SANTA CESAREA - PORTO CESAREO

Vai ai contenuti

Menu principale:

SANTA CESAREA

CESARÉA ED IL SARACENO

Intorno all'anno 1100 viveva, nei dintorni di Scorrano in un villaggio chiamato Francavilla, una bellissima fanciulla di nome Cesaréa, figlia di un ricco mercante, che aveva fatto un voto di castità alla Madonna del Carmelo.
Un giorno sbarcò su quelle coste una masnada di Saraceni che, messa a ferro e fuoco la città, si spinsero fino alla casa in cui abitava Cesaréa. Il capo della masnada, colpito dalla rara bellezza della fanciulla, fu preso dal desiderio di farla sua. Cesaréa rifiutò decisamente le offerte e fuggì nella notte. L'uomo, vistosi respinto, si mise ad inseguirla lungo la costa.
La fanciulla fuggendo si nascose in una grotta sperando di aver trovato un rifugio sicuro.
Il saraceno, aiutato dai suoi compagni, ben presto la raggiunse e mentre si accingeva ad afferrarla con violenza, una nube guidata da un angelo, avvolse la fanciulla nascondendola, e l'uomo cadde tra gli scogli e fu divorato dalle fiamme di zolfo.
Questa è la fiaba tramandata dalla gente, ma la storia ci rimanda una verità più drammatica, raccontandoci che il Saraceno nella realtà era il suo stesso padre.
Infatti il padre rimasto vedovo con l'unica figlia Cesarea pian piano se ne invaghisce, ed il giorno in cui  rivela alla fanciulla la sua insana passione, ne provoca la sua fuga.
Il padre sdegnato la insegue lungo tutta la costa da Porto Cesareo sino a Castro, dove quando sta per raggiungerla, un angelo chiamato dalla fanciulla, le va in aiuto e la avvolge in una nube nascondendola in una grotta. Il padre precipita dall'alto di una scogliera in mare, e con l'odio nell'animo contro la figlia si ritrova nell'inferno.
Il tragico fatto di Cesaréa si divulgò presto in tutta la Japigia e la gente cominciò a visitare quella grotta come un luogo santo, ed il culto aumentò quando si sperimentò che le acque che ne scaturivano guarivano ogni malanno.

Bibliografia
Saverio La Sorsa, "Fiabe e Novelle del popolo pugliese", Bari 1927
Primaldo Coco, "Santa Cesaria Vergine Francavillese", Taranto 1924 Edizione Lodeserto

Porto Cesareo presenta i suoi giorni di festa in onore di Santa Cesarea Vergine, tra 20 e il 25 agosto con riti Religiosi, Processione in mare, luminarie, concerti bandistici, musica popolare, e spettacolo pirotecnico finale.




PROCESSIONE A MARE

Torna ai contenuti | Torna al menu